Image Alt

Blog

7 Cose da non perdersi al Principato di Monaco

Il Principato di Monaco, tra i più piccoli e suggestivi Stati al mondo, nonché uno dei più ricchi e conosciuti in tutto il globo come simbolo di opulenza oltre che di eleganza sopraffina, senza dubbio detiene un primato tra i Paesi più chic d’Europa. Ma non vi è solo tanta ricchezza e io l’ho scoperto durante il mio viaggio nell’estate del 2022. Con questo articolo vi farò scoprire 7 cose da non perdersi al Principato di Monaco, attività e luoghi che davvero non vi aspettate. Pronti?

1. Ammirare il Principato dalla Terrace du Palais

Con una giornata soleggiata e la brezza che sale dal mare non si può non ammirare lo splendido panorama del porto di Monaco e la sua incredibile baia dal Terrace du Palais. Non solo yacht di lusso ma una frizzante miscellanea di colori e stili architettonici che consentono di godere di una vera visione d’insieme del piccolo Principato. Una vista eccezionale che vi farà apprezzare questo minuscolo Stato e ogni sua sfaccettatura oltre che amare le sfumature celesti del mare che proprio da questo promontorio ben si notano.

Il panorama dalla Terrace du Palais
Il panorama dalla Terrace du Palais

Da qui potrete poi raggiungere facilmente il Palazzo Reale, il centro della cittadella alta, le botteghe artigiane e il Museo Oceanografico in pochissimi istanti. E cosa c’è di meglio che godersi un panorama maestoso dopo aver percorso la Rampe de la Major fino in cima?


Belvedere Terrace du Palais
Place du Palais, Monaco
Accesso a piedi sempre consentito

2. Assistere al cambio della guardia del Palazzo Reale

Ogni giorno alle 11.55 presso il Palazzo Reale in Place du Palais si ripete il rituale del cambio della Guardia, il corpo personale di sicurezza di Sua Altezza Serenissima il Principe Sovrano e della sua famiglia. Il corpo di Guardia è costituito dai Carabinieri del Principe e si occupa non solo di proteggere la famiglia reale ma di far rispettare le leggi e partecipa al mantenimento dell’ordine pubblico.

Fin dalla creazione del corpo, avvenuta l’8 dicembre 1817, i Carabinieri adottarono il motto «Onore, Fedeltà, Dedizione» e oggi contano tra le loro fila 124 militari composti da tre ufficiali, venticinque sottoufficiali e novantasei uomini di rango.

Una curiosità sul Palazzo Reale: se la bandiera del Principato sventola sul pennacchio allora il Principe è presente a palazzo.

La cerimonia è davvero suggestiva e dura circa 25 minuti: qui si osservano il cambio di consegna, il saluto, la marcia dei militari, il tutto in una suggestiva cerimonia dal gusto antico e dal senso ritualistico.
Personalmente penso che questa sia stata una delle esperienze più eccitanti e pittoresche della mia breve ma intensa visita al Principato, una cerimonia che ha davvero dato un senso alla mia visita, facendola risultare ancora più pregna di significato.


Cambio della Guardia
Place du Palais, Monaco
Ogni giorno alle ore 11.55

3. Passeggiare tra i vicoli della Città Vecchia

Monaco Vecchia, conosciuta anche come Le Rocher (La Rocca) o Mu̍negu dai monegaschi è il nucleo antico del Principato di Monaco e della sua capitale. Costruita in posizione dominante e circondata da mura è uno dei punti più alti di tutto il regno e ospita il cuore delle attività governative: il Palazzo del Principe, il Municipio, il Palazzo del Governo, il Consiglio Nazionale (il Parlamento), il Palazzo di Giustizia e numerose altre attività di diverso genere.

Monaco Vecchia
Monaco Vecchia

Ma non solo politica e amministrazione: Monaco Vecchia è un piccolo dedalo di vie pittoresche e colorate che ospitano botteghe, ristoranti, piccoli negozi artigiani caratteristici di questo inconfondibile regno. Dalle gallerie d’arte ai piccoli chioschi, tutto è caratterizzato da colori ocra, mattone, carminio e Terra di Siena: un vero tripudio di colori che vi conquisterà!


Le Rocher
Monaco Vecchia
Accesso a piedi sempre consentito

4. Visitare i Giardini Saint-Martin

Monaco Vecchia non è solo una miscellanea di architetture e palazzi, ma anche un luogo di pace e tranquillità grazie ai meravigliosi e lussureggianti Giardini Saint-Martin: fu il primo parco pubblico a essere aperto nel Principato nel 1816 e venne ricavato da un terreno abbandonato. Fu anche un’opportunità di lavoro per molti monegaschi, a quel tempo davvero in ginocchio a causa di una violenta carestia che colpì il Principato.

Nati come giardini propriamente mediterranei con elementi di macchia e arbusti tipici (Pini di Aleppo, Lecci, Querce ma anche Mirti), oggi si sono arricchiti con numerose specie esotiche che qui hanno trovato un clima fertile dove poter crescere rigogliose. Grazie ai numerosi e brevi sentieri è possibile ammirare il Mar Mediterraneo da una prospettiva privilegiata e da scorci che uniscono il verde lussureggiante delle piante al blu profondo del mare.

Con un’estensione di circa 11,200 metri quadrati, sono anche un luogo archeologico importante dato che qui gli scienziati hanno ritrovato dei resti di età dell’Olocene.

All’interno del parco si possono ammirare alcune fontane e la statua in bronzo del grande esploratore Alberto I di Monaco, costruita da François Cogné.

Un vero angolo di paradiso ombreggiato e ricco di flora che vi consentirà di riposare e di ammirare la bellezza di Monaco fatta non solo di lusso ma anche di Natura.


Jardins Saint-Martin

Avenue Saint-Martin, Monaco
Aperti tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00 con ingresso libero

5. Visitare il Museo Oceanografico di Monaco

Pochi musei al mondo sono affascinanti come il Museo Oceanografico di Monaco, vero punto di riferimento per lo studio delle scienze che si occupano della vita in mare, della tutela degli ecosistemi marini e dello studio della fauna e della flora del Mar Mediterraneo. Il Museo Oceanografico di Monaco è un punto di riferimento internazionale infatti per numerosi progetti di ricerca non solo sulle specie marine, ma anche per il costante impegno dei suoi scienziati nel comprendere i cambiamenti degli ecosistemi marini e delle minacce a questi ultimi.

Uno degli acquari del Museo Oceanografico di Monaco
Uno degli acquari del Museo Oceanografico di Monaco

Inoltre se siete appassionati di esplorazioni e di storia apprezzerete sicuramente la sezione dedicata alle avventure del Principe Alberto I, pioniere ed esperto navigatore che ha portato lustro al suo regno.

Con ben cinque piani espositivi, di cui due sotterranei e l’ultimo comprensivo di una magnifica terrazza panoramica e di un ristorante con veranda, il Museo Oceanografico di Monaco è un luogo di cultura e scienza ma anche di divertimento e scoperta attento al pubblico eterogeneo che lo visita e con lo sguardo volto alla sostenibilità ambientale.


Musée Océanographique de Monaco

Avenue Saint-Martin, Monaco

Aperto tutti i giorni (tranne il 25 Dicembre e nei giorni del Gran Premio di Formula 1) dalle 9:00 alle 18:00 nei mesi di Gennaio – Febbraio – Marzo – Ottobre – Novembre – Dicembre, dalle 9:00 alle 19:00 nei mesi di Aprile – Maggio – Giugno – Settembre, dalle 9:30 alle 20:00 nei mesi di Luglio – Agosto.

6. Visitare la Cattedrale di Monaco

La Cattedrale di Monaco è dedicata alla Nostra Signora dell’Immacolata Concezione e sorge nel quartiere di Monaco Vecchia: si tratta dell’edificio di culto cattolico più importante della città e venne eretto su di una precedente costruzione dedicata a San Nicola nel 1875 da un progetto dell’architetto Charles Lenormand. La consacrazione è avvenuta l’11 giugno 1911 e la chiesa ospita due importanti organi oltre che le tombe dei sovrani monegaschi come la Principessa Grace di Monaco e Ranieri III.

La Cattedrale di Monaco
La Cattedrale di Monaco

Costruita in stile romanico-bizantino, possiede tre imponenti navate e gli interni sono costituiti da vari materiali lapidei tra cui si deve per forza menzionare il nostrano candido Marmo di Carrara.

Un edificio religioso imponente ma al contempo sobria e adatta per ospitare le funzioni religiose e le spoglie dei defunti sovrani del Regno.


Cattedrale di Nostra Signora dell’Immacolata Concezione
Rue Colonel Bellando de Castro 4, Monaco
Libero accesso (eccetto durante le funzioni religiose) tutti i giorni dalle 9 alle 18. Si richiede un abbigliamento consono al luogo.

7. Fare shopping a La Condamine

La Condamine è il secondo quartiere più antico del Principato di Monaco ed è quello che meglio rispecchia l’agiata vita dei monegaschi grazie al fatto che ospita il porto e lo Yacht Club de Monaco. Ma La Condamine non è solo sfarzo: qui ci sono numerose botteghe e negozi di vario genere dove potersi concedere un momento di svago e shopping. Le strade ampie sono poi transitabili delle auto e per una parte il quartiere è percorso dal Gran Premio di Monaco di Formula 1.

Palazzi a La Condamine
Palazzi a La Condamine

In Place d’Armes si svolge il tradizionale mercato della Condamine che offre prodotti locali e regionali molto amato dai monegaschi e dai viaggiatori che qui possono ritrovare l’atmosfera autentica di questo spicchio di terra incastonato tra mare e montagne. Non mancano poi bancarelle che offrono specialità francesi, italiane e asiatiche: un vero crogiolo di culture e tradizioni che vi conquisterà e un punto di snodo cruciale per chi vuole passare del piacevole tempo sorseggiando una bibita fresca e gustando un buon gelato.


Quartiere La Condamine
La Condamine, Monaco
Sempre accessibile a piedi o in auto (attenzione nei giorni in cui si tiene il Gran Premio di Formula 1, alcune strade potrebbero essere chiuse al traffico).

Il Principato di Monaco e la sua capitale offrono davvero esperienze eccezionali e adatte a tutti. Esse vi faranno scoprire la storia di questo leggendario lembo di terra, simbolo di eleganza e sfarzo, ma anche luogo di cultura e tradizioni.

Vi è piaciuto questo articolo? Scopritene altri sul Principato di Monaco!

Commenti

  • 12 Giugno 2023

    Mammamia, che ricordi che mi hai fatto tornare alla mente! Avevo 16 anni quando sono stata nel principato di Monaco. Mi ricordo che era stata una visita piuttosto frettolosa durante un viaggio on the road verso la Spagna. Ma mi piacerebbe tornarci! Stavolta visiterei volentieri i giardini e il museo oceanografico.

    Rispondi
  • 13 Giugno 2023

    Pensa oltre a vedere il cambio della guardia e le altre bellezze di Monaco da te selezionate, ho avuto la fortuna di incontrare in centro gli U2. Stavano girando un video clip di un loro album. E’ stata un emozione pazzesca. Porto Monaco ne cuore proprio per quell’incontro!

    Rispondi
  • 13 Giugno 2023

    Ottimi spunti per organizzare un weekend, visto che da casa mia il Principato di Monaco è facilmente raggiungibile in macchina. Sogno di tornarci da quando avevo visto una serie televisiva ambientata proprio qui, e proprio in una puntata avevo scoperto l’esistenza del Museo Oceanografico: una delle mete che sicuramente non mi perderò. E non mi perderò nemmeno un po’ di “window shopping” a La Condamine, almeno per rifarmi gli occhi 🙂

    Rispondi
  • 13 Giugno 2023

    Faccio leggere l’articolo al marito, che mi dice spesso che al Principato di Monaco non c’è niente da visitare 🙂 Così si ricrede!

    Rispondi
  • 13 Giugno 2023

    Sono stata a Monaco varie volte, visto che abito vicinissima; però non sono ancora riuscita a vedere il Cambio della Guardia! Alle esperienze che hai suggerito, se hai soldi da spendere, aggiungerei un aperitivo al Cafè de Paris, proprio vicino al Casino!

    Rispondi
  • antomaio65
    14 Giugno 2023

    Sono stata alcune volte nel Principato ma sempre un pò di corsa (oppure per lavoro il che è ancora peggio) e non ho mai veramente apprezzato le sue attrazioni. Il cambio della guardia deve essere molto suggestivo

    Rispondi
  • Erika Vitamintrip
    14 Giugno 2023

    L’articolo mi è piaciuto tantissimo perchè esula dalle classiche guide, mi ha dato un punto di vista diverso da quello che mi aspettavo sul principato di Monaco, che credevo essere solo macchine e sfarzo!

    Rispondi
  • Libera
    14 Giugno 2023

    Devo dire che il cambio della guardia è sempre un evento molto suggestivo, ovunque ci si trovi. Sarà forse il famoso fascino della divisa? 😉

    Rispondi
  • 14 Giugno 2023

    Passo spesso da Monaco ma non ho mai visto il cambio della guardia!!! Peggio: non sapevo ci fosse il cambio della guardia!!!
    Non mi capacito di non averlo mai saputo, giuro!
    Mi consolo sapendo che il museo oceanografico e i giardini di Saint-Martin li conosco quasi a memoria… però la prossima volta che passerò di lì mi fermerò di certo perchè questa mancanza mi rode proprio!

    Rispondi
  • 14 Giugno 2023

    Mi piacciono moltissimo questo tipo di articoli perché danno un overview di una città senza tralasciare spunti meno famosi. La terrace secondo me è perfetta da visitare al tramonto! Adesso voglio proprio andare a Monaco.

    Rispondi
  • 15 Giugno 2023

    Avevo fatto una gita in giornata al Principato di Monaco e ovviamente non avevo visto tutto, ricordo però che mi aveva lasciato l’impressione di un posto dove la ricchezza era ostentata ad ogni angolo, ma ripeto è un punto di vista superficiale dalle poche ore trascorse lì. Mi piacerebbe dargli un’altra chance.

    Rispondi
  • 15 Giugno 2023

    Per me Montecarlo è abbastanza vicina ci sono andata varie volte eppure alcune cose ancora mi mancano. Per esempio non ho mai visto il museo oceonagrafico dovrò completare le mie visite

    Rispondi
  • 16 Giugno 2023

    Monaco mi ha sempre affascinata anche se non ho avuto ancora occasione di andarci. Leggendo il tuo articolo ho scoperto che offre molte cose. In particolare i piacerebbe perdermi tra i vicoli di Monaco Vecchia.

    Rispondi
  • Marina
    17 Giugno 2023

    Credo che la visita al Museo oceanografico basti da sola a giustificare un viaggio nel Principato di Monaco. Io ci sono stata solo di passaggio, ma leggendo l’articolo capisco che merita una sosta più lunga ed approfondita.

    Rispondi
  • 20 Giugno 2023

    Mi sarebbe piaciuto visitare il Principato durante il mio recente viaggio in Francia ma non ne ho avuto tempo. Sicuramente la città alta e il museo oceanografico mi inspirano tantissimo

    Rispondi
  • 20 Giugno 2023

    Ho un vago ricordo di Monaco di quando ero piccola, una gita veloce in giornata. E me lo ricordo completamente diverso! 😀 forse mi avevano colpito le barche dei ricchi parcheggiate al molo, ma i vicolini che descrivi (del resto molto comuni sia sulla costa ligure che quella francese) mi hanno proprio sorpreso! 😀

    Rispondi
  • 20 Giugno 2023

    Sono stata molte volte nel Principato anche solo di passaggio e non ho mai realizzato ci fosse così tanto da vedere.. anche se, a dir il vero, il solo Oceanario porta via quasi una giornata!

    Rispondi
  • 21 Giugno 2023

    Tra lusso e ostentazione, il Principato di Monaco ha sempre un grande fascino glamour. Fa sempre piacere fare due passi tra le vetrine e le dimore principesche. Il ricordo della Principessa Grace aleggia ovunque.

    Rispondi
  • 30 Giugno 2023

    Tutti ottimi spunti, partire sicuramente con la visita alla città vecchia. Tra l’altro sbaglio ma assomiglia un po’ ad alcuni borghi liguri?

    Rispondi
  • 5 Luglio 2023

    Io ho la fortuna di viverci a un’oretta di macchina circa. Ha tanti posti incredibili e fa sognare, ma io adoro visitarla sotto Natale, quando al posto della piscina sul porto c’è una pista di pattinaggio con il villaggio di Natale attorno!

    Rispondi

Ti è piaciuto l'articolo? Scrivimi il tuo pensiero :)

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit sed.

Follow us on
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: