Articoli

Blog

La Casa di Varenne

Il 19 settembre 2021 è stata inaugurata presso l’Equicenter Monteleone a Inverno e Monteleone (provincia di Pavia) la Casa di Varenne, un luogo dove è possibile scoprire la storia e la leggenda del campione indiscusso dell’ippica italiana e internazionale. Dopo che il Capitano è giunto presso la struttura per continuare la sua attività stalloniera e per godersi la sua meritata “pensione”, la società proprietaria ha pensato di dedicare al campione una struttura che commemorasse le sue gesta e fosse utile anche ai non appassionati come primo approccio alla conoscenza della storia di questo meraviglioso cavallo. Donna Vagabonda è stata invitata come addetta stampa alla sua inaugurazione e in questo articolo vi racconto come è andata.

Varenne: un cavallo al di là del mito

Dal 2019 Varenne, il campione del trotto italiano, ha cambiato casa trasferendosi presso il centro ippico d’eccellenza Equicenter Monteleone: il mitico cavallo ha trovato in esso un luogo accogliente, perfetto per le sue esigenze. Fin da subito la società proprietaria voleva rilanciare l’immagine del trottare mostrandolo non solo come un campione ma come un vero e proprio cavallo, ora durante il suo periodo di riposo fatto di coccole e attività da stallone.

La Casa di Varenne

Se tutti sanno delle sue vittorie, dei suoi trofei e dei suoi record in molti ci hanno scritto chiedendoci di conoscere la sua quotidianità, cosa mangia, cosa ama fare quando è al paddock, se esce in passeggiata. Queste domande ci hanno fatto riflettere sul fatto che le persone vogliono conoscere Varenne non solo come un campione ma anche come un semplice cavallo che oggi si gode la sua meritata quiete.

Queste sono le parole di Monica Doglione, responsabile del progetto della “Casa di Varenne” e mia diretta e gentilissima interlocutrice. L’idea è dunque quella di portare Varenne tra le persone e farlo sentire il cavallo della nazione, il cavallo di tutti, non solo il cavallo dei record.

La casa di Varenne: un luogo adatto a tutti

La Casa di Varenne è un luogo adatto a grandi e piccini: all’interno si trovano oggetti e memorabilia appartenenti e dedicati al mitico Figlio del Vento come i finimenti, le fotografie, la cappotta da vincitore. Oltre agli oggetti è possibile conoscere Varenne dalla sua nascita a oggi grazie a degli splendidi pannelli realizzati dall’azienda Pixelove.it: essi riportano immagini e testi accattivanti scritti in maniera chiara e comprensibile anche per i più piccoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’idea è quella di far avvicinare al mito e all’equitazione i giovani e i giovanissimi appassionandosi alla storia di Varenne: noi lo abbiamo visto vincere e trionfare dal vivo, sugli spalti degli ippodromi mentre le nuove generazioni non avranno mai questo onore ma potranno fare ciò che mai è stato prima, ovvero conoscere direttamente Varenne dal vivo e poter farsi ispirare da questo luogo a lui dedicato.

Prosegue Monica, visibilmente emozionata e fiera di questo progetto finalmente compiuto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’incontro con sua Maestà

Al termine della visita guidata all’interno della Casa di Varenne sarà possibile incontrare proprio Sua Maestà Varenne: proprio all’esterno della struttura è stato infatti allestito un paddock dove è possibile vedere dal vivo il mitico cavallo e scattarsi delle fotografie con lui, sempre in presenza della sua lad Daniela Zilli e dello staff qualificato dell’Equicenter Monteleone.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Casa di Varenne dunque non è solo un luogo di conoscenza ma anche un luogo dove si può venire a contatto con la mitica leggenda del trotto, osservarlo, fotografarlo e interagire con lui, sempre rispettandolo e senza essere invasivi: ricordiamoci che, come tutti gli animali, anche lui va rispettato perciò si devono sempre seguire le indicazioni della sua lad o dello staff presente per non arrecare disturbo o per non far spaventare sia Varenne stesso che il visitatore. Evitate quindi movimenti bruschi o di toccargli la bocca e gli occhi, evitate flash e schiamazzi e vedrete che questo dolcissimo cavallo vi saprà ricompensare con un sguardo intenso e pieno di amore.

Donna Vagabonda e Varenne: storia di una grande ammirazione

Da grande appassionata di equitazione e di cavalli per me è stato un enorme piacere e un immenso onore poter incontrare il Capitano: lo avevo già incontrato a luglio del 2020 grazie alla gentilezza dell’amministrazione comunale di Inverno e Monteleone (di cui menziono il Sindaco Andrea Lazzari e il Vice Sindaco Enrico Vignati) e alla disponibilità della società proprietaria, di Daniela Zilli e di Monica Doglione stessa. Già in quella occasione il cuore batteva all’impazzata ma pure in questa non è stato da meno: è stato splendido vedere Varenne in ottima forma a un anno di distanza e finalmente poter visitare questa splendida location dedicata al trottatore più forte mai esistito.

In questo progetto ci hanno creduto numerose persone come il Dottor Cesare Rognoni, ex veterinario di Varenne, che purtroppo ci ha lasciato ma che sono sicura sarebbe stato pienamente soddisfatto dell’eredità lasciata allo staff dell’Equicenter Monteleone e dalla realizzazione di un’idea che è rimasta a lungo tale a causa del COVID-19.

Essere invitata come blogger professionista e addetta stampa da Monica mi ha reso davvero orgogliosa e felice: la loro fiducia nei miei confronti mi rende contenta e rappresenta per Donna Vagabonda un ulteriore successo. Ho sempre ammirato Varenne, quando ero piccola cercavo sempre su “La Gazzetta dello Sport” la pagina dell’ippica per vedere i suoi risultati: purtroppo ero troppo piccola nel momento di maggior splendore della sua carriera ma ora posso anche io “rifarmi” conoscendo questa leggenda non in pista ma a casa sua, non come campione imbattibile ma come uno splendido cavallo sereno e amato. Oggi l’attività principale di Varenne è quello di stallone: ogni anno infatti sono centinaia i puledri che nascono grazie al suo seme e che un giorno, ne sono sicura, diventeranno campioni come lui, seguendo le impronte del mitico Capitano. Oltre a ciò Varenne viene accudito e amato da un nutrito staff di professionisti rappresentati dalla bravissima Daniela Zilli, la “Mamma di Varenne”, ovvero la sua esperta lad, l’assistente del cavallo in tutte le sue attività: con lei Varenne si riposa, esce in passeggiata, si rilassa al paddock, fa esercizi per tenersi in forma. Insomma, il mitico campione è in ottime mani, ve lo garantisco!

Insieme a Daniela e al mitico Capitano

Ringrazio sentitamente Monica Doglione e la società proprietaria per avermi dato l’opportunità di visitare in anteprima la Casa di Varenne e tutto lo staff per tutto il supporto concesso.

Non vedo l’ora di tornare a trovare Varenne e tutti voi presso la sua splendida casa-museo!

informazioni utili

La Casa di Varenne si trova all’interno dell’Equicenter Monteleone (Inverno e Monteleone (PV) – via Corteolona s.n.c.) ed è visitabile con visita guidata gratuitamente la domenica prenotandosi tramite una mail inviata a info@varenne-official.com.

Sono previste attività dedicate a scuole e ad associazioni del terzo settore. Inviate una mail per sapere di più e per prenotare anche voi questa magnifica esperienza!

Vi piacciono i miei articoli sull’equitazione? Scopritene altri!

Commenti

  • 28 Settembre 2021

    Sono assolutamente impreparata sul tema dell’equitazione – pensa che non sapevo nemmeno chi fosse Varenne (non ho mai seguito gare ippiche o letto nulle a riguardi). Ti dirò, amo gli animali, ma i cavalli mi piace osservarli da una certa distanza e non so se riuscirei a cavalcarne uno. Comunque che bello che vieni invitata a prendere parte a queste inaugurazioni 🙂 Sono soddisfazioni.

    reply
  • 28 Settembre 2021

    Bellissimo questo tuo articolo. Anche io non conoscevo Varenne (sono molto ignorante in materia). Grazie al tuo articolo ho capito e imparato molte cose. Ti ringrazio! Che emozione dev’essere farsi una foto con lui!

    reply
  • 29 Settembre 2021

    Ho seguito le gesta di Varenne nei tempi d’oro (mamma come sono vecchia…) e il suo pensionamento. Sono felice che anche in riposo venga trattato come una vera star e gli vengano riconosciuti gli onori che merita. Un luogo dove vengono raccolti cimeli e ricordi è dovuto a un grande campione!

    reply
  • 2 Ottobre 2021

    Ho sentito parlare di Varenne ma non ho mai visto le sue gare, per quanto il suo nome è praticamente leggenda.
    Decisamente un bellissimo progetto quello della Casa di Varenne, non solo perché si ha la garanzia che il cavallo venga trattato e curato bene anche dopo aver smesso di gareggiare ma anche per avvicinare la gente a conoscere le sue gesta passate.

    reply
  • Lisa Trevaligie Travelblog
    8 Ottobre 2021

    Ho sempre sentito tanto parlare di questo cavallo da mio nonno, che aveva un maneggio. Io non ricordo sinceramente di evrlo mai visto in gara perchè ero piccola, ma ho un bel ricordo delle storie che sentivo su di lui la domenica dai nonni. Mi fa piacere che gli abbiano dedicato un museo.

    reply
  • Alessandra
    8 Ottobre 2021

    Ho sentito parlare di questo super campione, anche se non segue le gare di equitazione. Sono contenta che adesso si goda la meritata pensione e che venga curato e coccolato da persone così competenti!

    reply

Ti è piaciuto l'articolo? Scrivimi il tuo pensiero :)

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit sed.

Follow us on
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: