I luoghi della storia: il Parco archeologico della Neapolis a Siracusa

Durante il mio viaggio in Sicilia del settembre 2016, ho potuto visitare anche questa meravigliosa perla storica: il Parco archeologico della Neapolis, nella magica Siracusa. Questo eccezionale parco è una delle zone archeologiche più importanti della Sicilia: i reperti appartengono a più epoche della storia siracusana e sono conservati in modo eccezionale. Oltre all’aspetto archeologico, non è secondario l’aspetto naturalistico, infatti il parco conserva numerosi alberi, alcuni dei quali secolari e altri caratteristici della flora mediterranea, come ulivi e melograni.

Alcune nuvole oscurano il sole e questo ci aiuta a non soffrire troppo il caldo, una giornata ideale per una bella escursione tra i resti archeologici. Entrati nel parco, ci sono numerosi sentieri da seguire, con percorsi dedicati. Con calma, decidiamo di farli tutti. Incrocio subito la Chiesa San Nicolò ai Cordari che sta al di sopra della piscina romana.

Mio padre mi racconta che ancora quando lui era picciriddu si parlava dei cordari, e di come facessero le corde, anche se all’epoca non c’erano già più. Superata la piscina romana, si procede verso l’Ara di Ierone, dove rimangono soltanto i basamenti della struttura asportata nel XVI per essere utilizzata nella costruzione delle mura della città. Un vero peccato!

Continuiamo nel giro e si apre davanti a noi il Teatro greco: imponente, ancora ben conservato. Il teatro è già menzionato nel V secolo a.C. da Sofrone, ma assumerà la sua forma attuale solo tra il IV e il III secolo a.C. Importanti modifiche furono apportate al teatro in età augustea. Purtroppo il teatro poi venne abbondato per secoli e sul finire del 1700 riprese l’interesse per quest’opera. Nel 1800 ci furono vere e proprie campagne di scavo e a partire dal 1914  l’Istituto nazionale del dramma antico (INDA) inaugurò nell’antico teatro le annuali rappresentazioni di opere greche. Oggi è un po’ il simbolo del Parco, e qui incontriamo anche la maggiorparte dei turisti, soprattutto stranieri. Ci sono talmente tanti monumenti che è difficile fotografare tutto bene, ma facciamo del nostro meglio.

siracusa_3
Il teatro greco

Appena sopra al teatro, si trova la Grotta del Ninfeo: si pensa che fosse l’antica sede del santuario delle muse, sede della Corporazione degli artisti.

siracusa_6
La Grotta del Ninfeo

Continuiamo nel percorso e visitiamo la Via delle Latomie: il percorso non è visitabile completamente a causa di opere di messa in sicurezza, ma già quello che vediamo è meraviglioso. La latomia del Paradiso è quella più grande e al suo interno si possono osservare grandi cavità, come l’Orecchio di Dionisio  e la Grotta dei Cordari. L’Orecchio di Dionisio è una cavità a forma di orecchio, chiamata così da Caravaggio: la grotta è artificiale, come le altre presenti in questo complesso. Quando entriamo proviamo a parlare a voce un po’ più alta e sentiamo l’eco che rimbomba! Come noi, anche tutti gli altri turisti provano questo simpatico gioco.

Uscendo dall’Orecchio, ci immergiamo nel percorso alberato, dove c’è una piacevole frescura e ci sediamo un po’ su una delle panchine. Qui incontriamo anche dei dolcissimi gattini che vivono qui: mi vengono in mente i gatti della colonia di Largo Argentina, a Roma.

siracusa_2
Mici addormentati…

Sempre tra le latomie, vediamo la testa del drago, una struttura calcarea che ricorda davvero un cattivissimo dragone! Il sole è tornato a splendere sui nostri visi e un fresco venticello ci porta il profumo del sale marino.

siracusa_5
Il Drago!

Dopo qualche ultima foto, usciamo dal parco con in mano un bel bicchiere di granita, come il vero spirito siciliano ci impone!

 

 

7 pensieri riguardo “I luoghi della storia: il Parco archeologico della Neapolis a Siracusa”

  1. Che bella Siracusa! Peccato solo per l’incuria nel parco archeologico. Ci son stata recentemente: purtroppo le erbacce coprivano l’anfiteatro e c’erano anche dei cani randagi 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...